IN OGLIASTRA PROVE D’ESTATE, SOGNANDO LA STAGIONE LUNGA. LORRAI ( FISASCAT CISL ) : ” NECESSARIA LA DESTAGIONALIZZAZIONE DEL TURISMO PER RILANCIARE L’ECONOMIA DEL TERRITORIO “.

Postato il 2 maggio 2018 da

Uno dopo l’altro, gli operatori tirano su la serranda, rimasta chiusa durante l’inverno. Alcuni stanno dando gli ultimi ritocchi con pennelli e vernice, ma il primo maggio a Orrì segna l’inizio della stagione turistica. Per nulla scoraggiati dalle condizioni meteo, che s’annunciano avverse, i proprietari di chioschi e stabilimenti si apprestano a inaugurare l’annata. «Apriamo oggi – dice Antonello Moi de Su Stancu – e confidiamo in un’ottima stagione». Sul litorale, in cui negli ultimi anni è sventolata la bandiera blu sinonimo di qualità di acque e servizi, nulla è cambiato. «Sarà l’ennesima stagione senza fogne e acqua potabile», ricorda Moi. Handicap strutturali a parte, a Orrì guardano con fiducia all’imminente stagione turistica anche gli altri stabilimenti. A partire dall’Orrì Beach di Paolo Ferreli, operativo tutto l’anno, sino a Le mimose e all’Hakuna Matata, che prenderanno servizio tra oggi e i prossimi giorni. Dunque, sebbene i turisti in Ogliastra siano pochi, gli addetti ai lavori fanno prove tecniche d’estate. Intanto, dal sindacato Fisascat Cisl, Sara Lorrai sollecita interventi per incentivare i mesi spalla. «Destagionalizzare è il grande desiderio di ogni operatore turistico e di ogni lavoratore. Nel nostro territorio è un traguardo lontano ma a cui bisogna puntare con maggiore energia». Lorrai offre la sua ricetta: «Bisogna agire sullo sviluppo locale per un lavoro sinergico fra associazioni, sindacati e istituzioni. Sport e ambiente sono trainanti per l’economia e potrebbero consentire un allungamento della stagione ai periodi invernali». ( ro. se. )

Fonte: L’Unione Sarda

Comments are closed.

  •  
  •  

Seguici su Facebook

NEWSLETTER